The Masters 2021 : l’album delle figurine

  1. unnamedAdesso che è terminata l’85ma edizione della più prestigiosa competizione di golf del mondo – nota come The Masters  e conclusasi l’11 Aprile – vogliamo attaccare sul nostro album , a ricordo della gara , alcune figurine che hanno caratterizzato l’ unico Major made in USA giocato dal 1934 sempre sul campo dell’Augusta National Golf Club in Georgia . Come ormai è noto a tutti ha vinto per la prima volta un giocatore giapponese : Hideki Matsuyama. 

Hideki Matsuyama vincitore del The Masters 2021.

E’ la prima vittoria di un giapponese al The Matsers e va detto che, seppur non tra i favoriti, il 29enne giocatore del sol levante ha fatto una performance degna di rilievo : nell’ultimo giro sulle prime 9 buche ha tenuto un margine di 5 punti di vantaggio sui diretti inseguitori e nonostante l’americano Xander Schauffele – suo compagno di gioco – tentasse una rimonta con quattro birdie consecutivi (dalla buca 12 alla 15) alla 16 tutto si è risolto a favore di Mastuyama in quanto Schauffele è finito in acqua vanificando irrimediabilmente la sua possibile rimonta e concludendo al terzo posto con Jordan Spieth alle spalle di una giovane sorpresa sempre del paese a stelle e strisce : il 24enne Will Zalatoris. Il nostro Francesco Molinari ha purtroppo chiuso alla 53sima posizione.

Rispetto per il campo.

lshota Hayafuji è il caddie del vincitore che alla fine della gara, dopo avere riposizionato la bandiera alla buca 18, si è tolto il cappello e ha fatto un inchino al campo. Il golf è una continua sfida tra il giocatore ed il suo vero avversario che è il campo. Omaggiare l’avversario a fine gara è la forma di rispetto maggiore che si possa dimostrare. Cliccare sull’immagine per il breve filmato.

Angel Cabrera.

Uno dei grandi assenti alla tradizionale cena dei vincitori dei The Masters precedenti. E’ stato infatti arrestato in Brasile lo scorso Gennaio ed è in attesa di essere estradato in Argentina quale suo paese di origine. Cabrera è certamente il più famoso professionista di golf del Sud America e vanta un palmares invidiabile con anche la vittoria di un the Masters nel 2009 nonché il secondo posto nel 2013 dopo un play off con Adam Scott. Diversi successi ottenuti sull’Europen Tour e risultati di rilievo anche nel PGA Tour. Su di lui alcune denunce della ex moglie per maltrattamenti ed altri presunti reati contestatigli dalla magistratura.

Continua a leggere
Pubblicato in News | Contrassegnato , , , , , , , | Lascia un commento

Masters 2021 : qualcosa è cambiato signor Presidente.

1617883825924Lee Elder era presente Gìovedì scorso all’Augusta National al tee di partenza sulla buca 1 del Masters,  proprio come in quel lontano 10 aprile 1975 quando – primo giocatore di colore – partecipò all’edizione della più famosa competizione di golf del mondo che assegna la green jacket al vincitore. Le cronache sportive del tempo riportano come l’evento fosse eccezionale perché – fino a quel momento – i “ coloured men ” avevano partecipato ad ogni edizione annuale ma solo indossando la tradizionale tuta bianca come caddies al servizio dei bianchi. Certamente non deve essere stato facile per Elder giocare nel tempio esclusivo del golf mondiale abbattendo i pregiudizi del Club che solo dal 1990 ha ammesso tra i propri soci i primi giocatori di colore e successivamente le donne dal 2012. In quegli anni indubbiamente il circolo dell’Augusta National Golf Club esprimeva al meglio le caratteristiche socio politiche discriminatorie e razziste che appartenevano al profondo sud americano e soprattutto allo Stato nel quale il famoso campo risiede : la Georgia per l’appunto. Continua a leggere

Pubblicato in News | Contrassegnato , , , | Commenti disabilitati su Masters 2021 : qualcosa è cambiato signor Presidente.

Il Golf ed il Marchese del Grillo

Una grande confusione, già , proprio così se parliamo di golf ! Pare infatti che l’organo responsabile del golf ( la Federazione Italiana Golf per intenderci ) stia facendo, insieme al CONI, del proprio meglio per rendere il golf sempre più antipatico ai molti che non lo praticano ed al tempo stesso sempre più incomprensibile a molti di coloro che invece lo praticano e lo amano. E’ pur vero che i momenti non sono dei migliori e che conviviamo con una pandemia che è in atto da tempo, ma proprio perché il tempo avrebbe dovuto “portare consiglio ed esperienza” ci meravigliano alcune decisioni prese in questi ultimi mesi e che sono sembrate dettate più da “improvvisazione” che da altro.

Ai primi di Febbraio, a seguito del DPCM che aveva bloccato ogni tipo di gara, la Federazione Italia Golf ( grazie anche a quanto dettato dal World Handicap System (WHS) ha superato questa decisione autorizzando ogni giocatore a “giri di campo” al fine di giocarsi il proprio hcp fuori dagli schemi di una gara ufficiale di Circolo. Unica condizione per validare i risultati ottenutidai giocatori in questi cosiddetti “giri fuori gara” e battezzati come General Play era che vi dovessero essere almeno due giocatori in campo per garantire una marcatura veritiera…lasciamo ad ogni lettore commenti e riflessioni al riguardo.

Continua a leggere
Pubblicato in News | Contrassegnato , , , , | 1 commento

Salvate il giocatore amateur di golf …

Le polemiche che hanno sollevato dubbi e critiche da parte di non pochi appartenenti ( giocatori e non ) al mondo del golf sul recente DPCM trovano , a nostro modo di vedere, un largo e giustificato consenso che vorremmo sottolineare e portare all’attenzione  dei più distratti e degli organi competenti.  Per aiutarci a capire meglio il tema faremo la sintesi della limitazione imposta a tutti i giocatori di golf : il nuovo decreto prevede infatti che l’attività golfistica nelle zone a rischio resti interdetta a tutti per non favorire i contagi e quindi la diffusione del virus. A tale limitazione fanno però eccezione tutti quei giocatori che hanno un hcp inferiore a 18,4 e che , essendo in possesso di un certificato medico sportivo , vogliano allenarsi per partecipare ad una delle gare di interesse nazionale riconosciute dal CONI e pubblicate sul sito dalla Federazione Italiana Golf. Glissiamo sul certificato medico sportivo che non  pare, per chi ha una salute senza significativi acciacchi, rappresenti un ostacolo di difficile superamento, mentre ci incuriosisce la barriera posta a frequentare un campo da golf relativamente all’ handicap , cosa quest’ultima che pur avendo una sua logica solleva alcune perplessità a chi conosce il mondo degli handicap riferito agli amateurs del nostro bel Paese . Premesso infatti che la maggior parte dei giocatori amateurs in attività onorano con i loro comportamenti sul campo la filosofia e lo spirito del gioco non possiamo però ignorare gli altri ( pochi per fortuna ) che vantano un  hcp di  18,4  ( o inferiore ) ottenuto più dalle generose interpretazioni delle proprie performances di gioco che dal reale livello raggiunto. Ma veniamo ad alcune riflessioni, esposte di seguito per titoli,  che sappiamo essere condivise non solo da noi Continua a leggere

Pubblicato in News | Contrassegnato , , , , , , , | 1 commento

Lady B & Mister B, il golf che ci piace.

Anche quest’anno, COVID permettendo, prenderà il via il torneo di golf  Lady B & Mister B  presso il Golf Brianza a partire dal lunedì 15 Marzo. L’edizione 2021 prevede 9 tappe totali che, come per le precedenti edizioni, si terranno un lunedì di ogni mese sino alla fine di Novembre.  Si tratta di un torneo organizzato da oltre 20 anni a favore del Comitato Maria Letizia Verga , la ben conosciuta onlus che da anni  contribuisce con grande capacità e successo allo studio ed alla cura della leucemia del bambino. Continua a leggere

Pubblicato in News | Contrassegnato , , | Commenti disabilitati su Lady B & Mister B, il golf che ci piace.