VACANTIA VITAE : il Golf al Polo.

L’amico golfista Angelo M. ricorda il racconto fatto al Mondo del Golf di un’esperienza vissuta cercando di dare le sensazioni piacevoli di un viaggio turistico al Polo Nord con partita di golf sul Pack

Tutto nasce da una locandina posta al CTL3 Golf per i soci che proponeva un week end di 4 gg, propedeutico per sperimentare i vantaggi del wellness con tanto di ringiovanimento fisico-mentale a Marzo Aprile 2009 alle Isole Lofoten-Svalbard (Norvegia) . Il ringiovanimento è garantito e determinato dalla disciplina sportiva scelta: Sci di fondo, Slitta con cani huski, motoslitta,Quad snow-car e Snow Golf. Il programma infatti prevedeva :

  • 1 ° giorno viaggio aereo e successivo elitrasporto alle isole ed Hotel 4 *
  • 2° partenza sul pack con motoslitte Suzuki , snow-car e cani huski; raggiunto il Polo sistemazione – con sorpresa – nell’ Igloo
  • 3° Ski Nordico o moto slitta intorno al Polo con giro programmato di 1 Km da percorrere 10 o 20 volte in funzione del ringiovanimento desiderato e secondo Teoria Scientifica Antipolare , non mancavano poi gli accompagnatori che avrebbero organizzato anche la successiva pesca, nonchè caccia a foche ed orsi.
  • 4° Prima della partenza di ritorno per Italia breve esperienza di golf tra ghiacci e neve. Il tutto con circa 3.000 € ( fa già freddo solo a sentirlo !).

Orbene , si parte mentre qualcuno per farsi e farci coraggio, si affanna a spiegare che il golf si giocava sul ghiaccio già diversi secoli fa , ed a testimonianza di ciò mostra l’immagine di un quadro del 1663 di un pittore olandese buontempone ( Adriaen Van De Velde ) aggiungendo poi che lo “ snow golf “ è uno sport piuttosto diffuso a quelle latitudini ed è ovviamente giocato sulla neve o sul ghiaccio dove i green sono chiamati “ white “ ( agli inventori non difettava la fantasia ) e sono delle superfici di neve o ghiaccio permanenti.

Preparo tutto l’occorrente stipato in borsone e valigia beauty case con pasticche varie per colesterolo, pressione, ed aggiungo ( non si sa mai) anche quelle blu . Sacca golf a parte per i golfisti ed anche eventuali sci. I partecipanti a questo straordinario viaggio non sono solo golfisti ma anche accompagnatori e signore al seguito per via delle cure di ringiovanimento e bellezza che sono correlate allo sport ed al viaggio programmato.

Ringiovanimento garantito secondo la teoria scientifica antipolare antioraria con ski nordico o moto slitta intorno al Polo con percorso programmato da percorrere 10/20 volte e possibile cura intensiva metodo “Yearone” : 365 giri del polo per un anno di ringiovanimento psicofisico e successivo make-up facciale con grasso di foca monaca antirughe. Inutile dire che una volta partiti, gli accompagnatori non golfisti smaniano per l’incontro con gli orsi bianchi , la pesca , le foche ed infine per il leggendario pernottamento in Igloo.

Diciamo la cruda verità : non è stato un pernottamento divertente ma bensì tragicomico perché , come da tradizione degli Eschimesi ( ma non sono i soli ad elargire tali generosità ) che prevede l’ospitalità sessuale, l’offerta fattami dal marito risultava decisamente inarrivabile anche ricorrendo alle pastiglie blu del mio beauty case … meglio non entrare nel merito , ma vengo poi a sapere che quello del “prestito della moglie “ non è una tradizione che appartiene solo agli abitanti del Polo , anche i “ generosi “ Tarahumara ad esempio (forse per ragioni di euforia) dopo aver cacciato determinati animali come il formichiere, l’armadillo e il pecari offrono le prestazioni delle loro consorti agli ospiti. In altre società limitrofe esiste poi una singolare classe di donne che si offre gratuitamente – chiamate “giocose” – perché per la donazione si vestono anche con abiti da festa. Noi ovviamente le definiremmo in altro modo !

C’è da dire che il viaggio è stato unico e gradevole con diversi passaggi interessanti prima di arrivare al Polo ; ricordo l’elitrasporto ed il profumo di merluzzo che aleggia sulle Isole Svalbard e Lofoten… al Polo poi sensazioni inenarrabili con snow car sul pack e la partita di golf imperdibile giocata su poche buche ma con una temperatura che definire fredda è un eufemismo anche perché ai piedi sono consigliate le scarpe termiche che nessuno aveva. Paesaggi e passaggi sensazionali , insomma Vacantia Vitae.

Per gli interessati del golf estremo posso testimoniare in modo approfondito per quanto riguarda la teoria antipolare di ringiovanimento psicofisico apportato dall’effetto sincrotonico delle particelle subatomiche del magnetismo terrestre,dell’energia cosmica al Polo (vedi Aurora Boreale) dalla forza centripeta nello spazio-tempo di Einstein. L’effetto sincrotonico sperimentato al CERN di Ginevra ha portato alla certificazione della particella di Dio , ossia al bosone di Higgs e all’energia di massa che chiaramente porta energia positiva al corpo e alla mente. Provare per credere

Circa lo “ snow golf “ vogliamo comunque lasciare ai più scettici un messaggio di speranza dicendo che la Canadese Tina Blomme ha inventato ufficialmente lo “ Snow Golf “ ed organizzato altresì nel 2020 – con successo – il primo Snow Golbal Tour vicino al the Ice Hotel (30 minuti da Quebec City, Quebec, Canada . La foto ritrae la giovane golfista impegnata sul percorso. Sul fatto poi che sia ancora attuale il golf tra neve e ghiaccio abbiamo trovato diversi video a testimonianza di ciò e –  tra tutti – ve ne proponiamo uno .

Buon gioco a buona vita a tutti.

…. Angelo Marelli ( per ilmiogiocodelgolf ) ….

Questa voce è stata pubblicata in Cronaca, Racconti di Golf e contrassegnata con , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...