PSICO GOLF

Recentemente mi è capitato tra le mani un libro sul golf regalatomi una decina di anni or sono all’inizio della mia non brillante carriera golfistica. A quella data non avevo dato molta importanza agli argomenti trattati da quel testo perché li ritenevo una perdita di tempo per uno che, come me, era concentrato solo nel miglioramento del gioco ” sul campo” al  solo scopo di diminuire il proprio handicap di gioco, cosa questa molto nefasta ma che è purtroppo comune a quasi tutti gli amateur che iniziano e si appassionano al golf.

Psicogolf0001Ebbene, ora che l’ho letto, posso dire che la mia valutazione era completamente sbagliata e che avrei certamente potuto trarre giovamento dagli argomenti trattati e dai suggerimenti riportati nella pubblicazione il cui titolo  – Psico Golf ( Mondadori ) – ed il sottotitolo ” usare la mente per giocare meglio ” , denunciavano con chiarezza l’area di indagine dei due autori che erano Willy Pasini ( professore di psicologia e psichiatria ed appassionato golfista ) e Jean Garaialde uno dei più bravi giocatori che ha dominato la scena del golf francese e mondiale da metà anni 60 alla fine degli anni 80.

Dei vari argomenti esposti con chiarezza dagli autori ritengo particolarmente interessanti  quelli compresi nelle sezioni : ” Il Golf e la mente ” nonché i due capitoli dedicati sia agli ” effetti del golf sulla psiche ” che agli ” effetti della psiche sul golf “. L’obiettivo di gestire la relazione tra questi due aspetti risulta infatti essere fondamentale per ottenere e mantenere una buona capacità di gioco sul campo, ciò grazie ad una più marcata capacità a sviluppare una strategia ed  una tecnica più adeguata alle proprie capacità.

Tra le varie citazioni di Willy Pasini sul golf alcune mi sembrano, per mia esperienza diretta maturata dopo una vita di forte impegno speso sia nel lavoro che nelle relazioni personali, molto azzeccate; cito ad esempio quella sugli effetti benefici del golf  : ” ..il golf permette un’evasione prolungata in una cornice propizia, spesso con compagni simpatici; essa partecipa così allo sviluppo armonioso dell’individuo, e gli consente di riconciliarsi con la natura”…

Non meno interessante la sezione dedicata all’insegnamento del golf che illustra – con dovizia di particolari – gli aspetti più pratici e fisici per ottenere un buon livello di gioco quali lo stance ( posizione ), l’impugnatura ( il grip ), e lo swing nonché la relazione tra questi elementi e le condizioni mentali. Per concludere lo suggerisco quindi a tutti i golfisti amateur  riportando parte di quanto stampato nel retro della copertina : …Il libro propone le soluzioni tecnico-psicologiche per affrontare serenamente e nelle migliori condizioni di spirito gli impegni “sul green”, per giocare meglio e per non commettere errori. Buona lettura a tutti.

———-

linkedin( saf  29-03-2016 )

 

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in News e contrassegnata con , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...